I nostri consigli

Pali di castagno e come utilizzarli nel vigneto

Oggi parliamo di Pali di Castagno‬ e di come utilizzarli nei vigneti‬. Per i nuovi vigneti e non solo, oltre ai tradizionali pali di cemento armato

ben si adattano anche i pali di castagno, con o senza punta ricavati esclusivamente da legnami di prima qualità. Questi possono essere inseriti alla testate o al centro dei filari del vigneto; tutti vanno posti alla distanza di circa 5-6 metri, alla profondità di almeno 60 cm e devono essere caratterizzati per un'altezza di circa 200 cm fuori terra per i pali centrali, mentre per i pali di testata almeno 250 cm.

I pali di castagno hanno bisogno di trattamenti particolari per aumentare la durata nel tempo?

Il castagno è una delle migliori qualità di legname sia per le recinzioni che per i vigneti. Un buon taglio ed una buona stagionatura del palo, garantiscono già una buona durata. Al contrario della credenza popolare, l'utilizzo sulla punta di catrame, potrebbe accelerare il processo di deterioramento del palo, facendo effetto "bicchiere" lasciando filtrare nello strato d'aria che si forma umidità ed acqua. E' invece consentito l'utilizzo di catramina o gasoli sul palo per eliminare la porosità ed impermeabilizzarlo.

 

>> Consulta il nostro shop online per vedere le varie tipologie di diametri più adatti alle tue esigenze, clicca qui

Lascia un commento

Inserisci il tuo messaggio

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ti preghiamo di cliccare il pulsante a fianco per accettarne l'utilizzo.